Voglio scrivere, fotografare e emozionare chi mi legge con spontaneità… come quando non sapevo cosa significasse avere tanti o pochi follower!


LifeStyle / mercoledì, febbraio 28th, 2018

Quando ho aperto il blog quattro anni fa ricordo la totale ingenuità, spensieratezza, la voglia di scrivere pensando che magari, anche per caso, qualcuno sarebbe capitato tra le mie pagine e gli avrei tenuto compagnia per qualche minuto o di più

Ricordo la ricerca del nome, un nome arrivato in una serata in cui aspettavo che il mio ragazzo finisse di lavorare, ero in macchina ed è come se il nome fosse stato trasportato dal vento di quella serata di pioggia…

Ricordo di essermi iscritta a un corso professionale di pasticceria per trasmettere notizie vere a chi mi leggeva, (si perché all’inizio facevo solo dolci!) e di essermi innamorata del lavoro della pasticceria… è bellissimo come da cosa possa nascere cosa con leggerezza e amore!

Oggi, quattro anni dopo, tante cose sono cambiate, e in tante situazioni non mi sento a mio agio: sembra che i blog siano passati in secondo piano rispetto alle varie piattaforme social…

I SOCIAL gioia e dolore di questi anni, io li AMO perché sono un MEZZO DI COMUNICAZIONE BELLISSIMO, sono di grandissimo impatto e potrebbero essere vissuti non solo per avvicinare le persone ai nostri blog ma per permettere alle persone di CONOSCERCI REALMENTE (penso alle stories di Instagram), per far scoprire chi si nasconde dietro alle pagine dei blog

Sarebbe stupendo, forse un sogno utopico, perché  viviamo un momento caratterizzato da una continua e asfissiante rincorsa ai follower (in particolare su Instagram) che sta avvelenando la spontaneità e la bellezza che dovrebbe caratterizzare passioni come fotografia e scrittura.

Si certo a tutti piacerebbe fare di una passione un lavoro, ma…

A CHE PREZZO?

 

…non sono disposta a ingannare chi mi segue comprando follower, che poi diciamocelo sarebbero follower che non potrebbero creare mai l’engagement che potrebbe avere una persona con un numero inferiore di follower REALI e quindi anche a livello lavorativo per i clienti sarebbe totalmente inutile, forse prima o poi anche le aziende inizieranno a fare qualche verifica in più…

MA la cosa che più mi farebbe soffrire è che questi finti follower NON SAREBBERO CAPACI DI FARCI EMOZIONARE perché sono finti, sono numeri… e anche se siamo in un mondo in cui i numeri contano… per me contano le EMOZIONI, le sensazioni bellissime che solo le persone possono far nascere con messaggi e commenti lasciati sui social e nel blog

…quando scrivo  penso a loro, penso a emozionare con foto e testi, penso a condividere una ricetta che potrebbe rendere felice chi mi segue, scrivo di mie esperienze per poter scaldare i cuori… questo è il mio blog e questi sono i miei social… numeri piccolini e tanto tanto cuore!

Vi lascio con una frase che amo e che vi terrà compagnia in questa giornata…

“Prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore”. Italo Calvino

Alla prossima,

XoXo Ali

 

 

 

11 Replies to “Voglio scrivere, fotografare e emozionare chi mi legge con spontaneità… come quando non sapevo cosa significasse avere tanti o pochi follower!”

  1. Letto tutto d’un fiato…non potremmo non essere d’accordo con ciò che scrivi Alice! E non c’è nulla di più bello che emozionare e lasciarsi emozionare dall’affetto degli altri! Buona giornata ❤️

    1. Ciao ragazze ❤ grazie per essere passate!! È bellissimo quando qualcuno si emoziona e prova le tue stesse sensazioni. Buona serata bacini

  2. Alice, tu mi fai emozionare sempre. Le tue parole così dirette e sincere mi fanno ricordare anche gli inizi del mio piccolo blog. Dovremmo riflettere su ciò che hai scritto per non scordare quanto sono belle la semplicità e la leggerezza del cuore .
    Ti abbraccio ❤️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *